GODI DI MAGGIO

Godi di maggio che consuma in fretta

i giorni delle rose alla luce

spettrale delle sere, la giovinezza

non aspetta…

 

Ma estivo è ormai questo silenzio intorno

alla tua casa e al sonno  dei vivi e dei

morti se il giorno va via.

Attilio Bertolucci

 

“LA POESIA DEL GIOVEDI'” (ne “Il Maggio dei Libri 2020”)

Oggi “La Poesia del Giovedì” è dedicata a un poeta straordinario, che proprio il 14 maggio compie gli anni: Giuseppe Rosato. E’ Remo Rapino, che ringraziamo di cuore, a rivolgergli un omaggio inedito in versi. A questa dedica ci uniamo anche noi come – crediamo – tutti coloro che vogliono bene al professor Rosato e amano la poesia.

 

http://

 

“LA POESIA DEL GIOVEDI'”

Oggi che le opinioni dei virologi valgono più dei versi dei poeti, di contro accade che la paura del virus vale meno del coraggio di comporre poesie (n.d.a.).

 

TU MI VENISTI INCONTRO

Tu mi venisti incontro

sfacciata nella tua malizia

che sai sempre mi danna

quand’io ti veggio,

cangiante nel tuo aspetto ammaliatore:

rosea come un’alba di marzo,

come un demonio nera,

e rossa, e gialla e coi colori tutti

dell’arco in cielo dopo la tempesta,

io che sempre ti bramo,

le mie dita sopra te in una carezza,

la bocca a mordicchiarti

il naso ad inebriarsi dei tuoi odori.

Tu mi venisti incontro,

era di sera,

notte di luna gonfia

come il desìo che m’attizzasti.

Poi ti tolse ai miei occhi

gettandoti ai suoi piedi,

la padrona,

tra la vestaglia a fiori

e il reggiseno

ed io, la morte nel cuore,

giacere io dovetti

con quel di te che dentro v’era.

 

Poesia di anonimo rinvenuta a Parigi nel negozio di lingerie LA MAISON DE CULOTTE in Rue Montmarte 69 e attribuita a Jacques Prévert da Sabatino Ciocca.

 

Sabatino Ciocca, regista di prosa e operatore culturale, collabora con Enti e Istituzioni regionali e nazionali. È stato socio fondatore della cooperativa teatrale Quarta Parete e della Residenza Teatrale Theatria; autore e programmista regista RAI con progetti e produzioni radiofoniche e televisive; regista di opere musicali per l’Ente Lirico d’Abruzzo; autore e coordinatore artistico di progetti sulla drammaturgia regionale o ad essa legata. Come Direttore della Scuola di Recitazione e della Compagnia di Prosa del Teatro Marrucino di Chieti ha allestito pièce teatrali e organizzato convegni sulla drammaturgia contemporanea. Scrittore. Il suo libro Storie di lettere (Solfanelli, Chieti 2011) ha vinto il premio della giuria – sezione narrativa – alla X edizione 2012 del Premio internazionale “Cesare de Lollis”.  (Dal sito delle Edizioni Tabula fati).

Il regista e scrittore Sabatino Ciocca

I RICONGIUNTI

                                                                     A Ninetto

Ti si era dato per disperso

 

(si vede che non ce l’ha fatta che non aveva abbastanza ala

per uscirne – avremmo detto laggiù –

per togliersi dalle ghiaie del Taro

dalle ultime siepi dalle arie

di Calestano: in fondo aveva tralignato

non era più dei nostri)

 

invece ci siamo tutti proprio tutti

e solo adesso, con te,

la tavolata è perfetta sotto queste pergole.

 

Vittorio Sereni

 

Vittorio Sereni sul suo lago (foto dal web)

Vittorio Sereni (foto dal web)